Itaca nel sole + Tempi moderni

Relazione: 

Caporal 1800 m c.

Itaca nel sole + Tempi moderni

Gian Piero Motti ci ha lasciato dicendoci che Itaca è nel sole, oggi questa mitica via nella sua classica combinazione con Tempi moderni nella parte alta, per evitare lo "specchio" ed i suoi tiri di impegnativa artificiale oppure di libera fino all'8b (C. Brenna - M. Nardi 2003), è diventata una via simobolo del Caporal molto ripetuta. Su Gian Piero ed il nuovo mattino è stato scritto molto (http://www.intraisass.it/ritratto02.htm  oppure A cura di E. Camanni , G.P. Motti , I falliti, ed. Vivalda, 2000; che con ottima strutturazione, racconta la figura di Motti attraverso i suoi scritti), ma in parte cosa fosse realmente Itaca, nel sole, per Giampiero possiamo solo ipotizzarlo o almeno io non ho trovato un suo testo che parlasse in modo esplicito di questo. Leggendo con attenzione gli scritti di quel periodio, ma sopratutto scalandola, si comprende molto. Itaca è la casa natale di Ulisse nell'Odissea, l'idea del ritorno ad Itaca è l'idea del ritorno alle salite in montagna dopo un periodi di distacco per percorrere un percorso rigenerativo rispetto al mondo tradizionale dell'alpinismo, per dirla con le sue parole "« Sarei felice se su queste pareti potesse evolversi sempre più quella nuova dimensione dell'alpinismo spogliata di eroismo e di gloriuzza da regime, impostata invece su una serena accettazione dei propri limiti, in un'atmosfera gioiosa, con l'intento di trarre, come in un gioco, il massimo piacere possibile da un'attività che finora pareva essere caratterizzata dalla negazione del piacere a vantaggio della sofferenza ».  Il percorso del Nuovo Matttino.

Itaca è una linea futuristica che ha lanciato la sfida alle nuove generazioni, si attenderanno trent'anni per la prima libera, essa sarà l'ultima di quegli anni di scoperta del Balma Fiorant per Motti, poi si sarebbe dovuti ritornare alle pareti in quota o alle antiche sere per dirla sempre con le parole di G.P., come Ulisse ritorna ad Itaca... e "nel sole"? ... avete mai visto un mattino senza sole?! Nel 1973 il Sole nasceva li a fianco con Motti, Grassi e Kosterliz (via del Sole Nascente), poi lo stesso sole illuminerà qualche anno dopo Itaca. Per approfondire la figura di Motti vi invito a leggere il suo ultimo, criptico articolo http://unfinishade.typepad.com/climbing/2011/06/zero-the-hero.html

 

Primi Salitori: Itaca nel sole : G.P.Motti, G.Morello 1975; Tempi moderni : G.P. Motti, U. Manera,  G. Morello, F. Leone,  V. Boreatti 1975

Difficoltà: 6a obb. 6c/ A1

Sviluppo: 180 m circa

Roccia:  ottima

Materiale: 12 rinvii, cordini, dadi, friend dal 0.3 al 3 misure BD; soste a fix; ch.i e rari spit di passaggio

Vedi relazione in pdf

Salita del maggio 2013

Vedi anche http://www.sassbaloss.com/pagine/uscite.htm

Gruppo: 
Montagna: 
Difficoltà: 
6a 6c/A1
Sviluppo: 
180 m
Autore: 
Carlo Piovan
Fonte: 
Carlo Piovan
Foto: 

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.